Tel. +39 06 916504841 info@wizardcomunicazione.it
Seleziona una pagina

Aumentare i profitti e gestire più efficacemente il tempo è sicuramente il sogno nel cassetto di qualsiasi imprenditore, piccolo o grande che sia.

Per non parlare dell’opportunità di raggiungere il maggior successo possibile dopo inseguimenti vari del maggior numero di utenti fidelizzati.

Che sia chiaro: senza cambiamento della brand image non si va da nessuna parte.

Il cambiamento rappresenta in qualsiasi ambito un momento di forte rottura rispetto al passato.

Ad esempio cambiare o modificare la brand identity di un marchio costituisce un passo fondamentale nella strategia di rilancio dell’immagine aziendale.

Per questo motivo, è normale porsi domande del tipo: quando cambiare la propria brand identity?

Quando è consigliabile fare piccole modifiche o ridisegnarla completamente?

 

Quando modificare “in minor” la brand image: il fattore età

Esistono diversi sintomi che ci dicono quando è arrivato il momento di cambiare la brand image della nostra realtà sul mercato. Prima di tutto l’età.

Se la nostra azienda ha più di 5-8 anni sulle spalle, beh, è forse il caso di rivolgersi ad una buona agenzia di comunicazione per chiederne un restyling totale. Le modifiche possono riguardare piccoli dettagli grafici, il layout del sito, l’impaginazione dei testi, lo scrolling della pagina e tante altri aspetti.

Per eseguire questi cambiamenti è necessario dotarsi di consapevolezza, di tecnica e di una buona dose di abilità strategica. Cosa che di certo non può esser rimessa al fai da te.

Quanto al logo, ossia l’elemento grafico più importante all’interno dell’immagine coordinata, esso può essere oggetto di quel tipico, processo evolutivo che coinvolge tante aziende, specie online, e molti marchi: il rebranding.

A dispetto della complessità apparente del termine, questo non identifica altro che il rinnovamento/ cambiamento del brand di un’azienda. Non ci stiamo riferendo al logo, ma a tutto il processo creativo, che comprende ANCHE il logo, ma non solo.

Ad essere coinvolto da questa modifica della brand image possono essere i prodotti, i font scelti fino al nome stesso dell’azienda o del prodotto.

Ovviamente, anche in questo caso, è bene appellarsi a dei veri esperti che siano in grado di apportare tutte queste modifiche in modo coerente con quella che dovrà essere la nuova mission aziendale.

Quando cambiare in toto la brand identity: la ristrutturazione straordinaria dell’immagine aziendale

L’età ovviamente non è l’unico fattore che può giustificare il cambiamento della brand image.

Ci sono casi in cui stravolgere in toto tutta l’immagine aziendale è sicuramente un modo appropriato per “comunicare” il cambiamento e far parlare di sé.

È il caso, ad esempio, del lancio di un nuovo prodotto sul mercato.

Stessa cosa vale nel caso in cui stiate rinnovando il consiglio di amministrazione, le cariche.

È in caso, ancora, del passaggio del testimone e della nuova gestione dell’azienda.

Ebbene, se un brand vuole essere percepito come innovativo, dovrà per forza di cose colpire il pubblico, rafforzando l’impressione che il pubblico (che si vuole raggiungere) si è fino ad oggi fatto della nostra realtà.

Tutto ciò è possibile proprio dando una nuova veste alla nostra brand image aziendale.

Share This