Seleziona una pagina

Marketing Strategy Concept

Quando un’azienda si rivolge a un’agenzia di comunicazione come la nostra per attività di marketing, la risposta è quasi sempre di approccio operativo. Un primo incontro, il contratto, un brief, una sommaria definizione della strategia e via con il lavoro pratico sul sito web, sui social etc. Non è più possibile ragionare in questo modo: il sovraffollamento del web comporta un accurato lavoro di analisi con la definizione del percorso che si vuole compiere. In due parole, c’è bisogno di marketing strategico.

Possiamo definire Il marketing strategico come il processo di analisi e pianificazione che precede l’azione.
Gli step che lo compongono sono:

  • Analisi dei bisogni e degli obiettivi dell’interlocutore;
  • Comprensione di quali azioni mettere in pratica per raggiungere tali obiettivi;
  • Individuazione degli strumenti giusti per attuare tali azioni;
  • Stesura di un piano operativo, con suddivisione di ruoli e dei compiti;
  • Definizione delle tempistiche e delle modalità e la frequenza di analisi dei risultati.

Come pensare di far raggiungere al cliente i propri obiettivi di business se prima non si stende una precisa strategia di marketing?

Come fare?

Cosa si deve fare del punto di vista pratico? Quali sono gli elementi che stracciano la strada all’operatività vera e propria?

Analisi di mercato e della concorrenza

Ogni strategia di marketing non può non avere inizio con un’analisi del mercato di riferimento e della concorrenza. Bisogna cercare di rispondere a domande come:

  • Quanti Competitor ci sono nella zona di nostro interesse?
  • Verso quali tendenze si muove il mercato a cui appartengo?
  • Il mio mercato sta conoscendo una crisi? Se sì, come può superata?
  • Quanto è il fatturato dei miei concorrenti?
  • Come si fanno pubblicità i miei concorrenti, sia online che offline?
  • Quali strumenti di web marketing (sito web, social, newsletter, funnel) utilizzano? E come?

Sono tutte basi utilissime per partire e per capire dove si vuole arrivare, e in che modo.

Analisi degli strumenti

Una volta che la situazione generale del settore è chiara, come mi muovo per ottenere risultati?
Quali strumenti mi occorrono?
Ecco alcune domande:

  • Sito web: c’è già? Se no, come lo si sviluppa?
  • Funnel di marketing: abbiamo un sistema automatico che porta clienti?
  • Blog: è importante o no prevedere un’area blog? Con che frequenza la si aggiorna?
  • SEO: quali strategia SEO mettere in atto? Ha senso parlare di Link Building?
  • Newsletter: inviarle? Se sì, ogni quanto? Con quale tool?
  • Social media: su quali puntare? Con che frequenza aggiornarli? Che tipologia di post pubblicare?
  • Campagne PPC: sono utili? Che messaggio implementare e con quali parole chiave?
  • Abbiamo una Strategia Relazionale on e off-line efficace?
  • Supporti cartacei: ce n’è bisogno? Se sì, di quali?
  • Eventi e fiere: sono importanti per il settore? A quali non si può mancare?

Non è detto che tutto il lavoro debba essere svolto solo in ambito web: per certi settori è fondamentale anche l’offline.

Il lavoro di squadra

L’agenzia di comunicazione deve lavorare in sintonia sul progetto e deve coordinare le varie attività aiutando nella definizione delle linee guida insieme ai vari responsabili in azienda.

Se vuoi approfondire contattaci:

10 + 8 =

Share This