Seleziona una pagina



COSA SI INTENDE PER POSIZIONAMENTO DEL BRAND (O BRAND POSITIONING)

Il brand positioning è una componente fondamentale del marketing, indispensabile affinché l’azienda trovi la sua collocazione in un mercato saturo di proposte e in continuo movimento. Posizionare il brand in base alla qualità del prodotto e ad una sua identità ben precisa diventa obbligatorio, se si vuole fornire al consumatore un pretesto per scegliere voi piuttosto che un vostro competitor.
Per posizionare correttamente il brand occorre una strategia chiara che prenda in considerazione i valori da trasmettere quando si propone un prodotto/servizio e faccia leva sui gusti del target di riferimento, fornendo una discriminante positiva che renda unico il vostro brand, anche quando ce ne sono altri che possiedono caratteristiche simili o equivalenti.
Va da sé che conoscere le logiche che regolano il brand positioning si basano sul saper valorizzare il proprio marchio serve per immettersi nel mercato e mantenere un’identità forte, a cui il consumatore finirà per abituarsi al punto da regalarvi totale fiducia. Partendo da un buon posizionamento, brand che tuttora occupano una posizione di rilievo nel mercato sono riusciti a condividere dei saldi valori con i loro consumatori, fino ad affermarsi a livello globale.

 



A COSA SERVE POSIZIONARE IL BRAND?

Innanzitutto a ritagliarsi uno spazio in cui vendere il proprio prodotto. In secondo luogo, posizionare il brand significa creare la famosa identità di cui parlavamo qualche riga più su: per identità si intendono tutte quelle specifiche caratteristiche che descrivono un’azienda e definiscono il modo in cui il consumatore la percepisce. 

Posizionare un brand e renderlo forte sul mercato significa raccontarsi al consumatore in modo veritiero, associando ai prodotti/servizi proposti aggettivi e sensazioni che evocano quel determinato marchio e nessun altro. Solo operando attraverso un buon posizionamento del brand un’azienda è in grado di rafforzare la propria immagine e, di conseguenza, far crescere il proprio business all’interno della fetta di mercato in cui opera: se il consumatore si rispecchia nei valori espressi dal prodotto/servizio e lo trova adatto a soddisfare le sue esigenze è molto probabile che si affezioni a quel marchio. 

Posizionare un brand in maniera efficace equivale a instaurare un rapporto di fiducia con il consumatore che, nella maggior parte dei casi, tenderà a non acquistare lo stesso prodotto da qualcun altro.

 

SU COSA SI BASA UNA BUONA STRATEGIA DI POSITIONING

Una buona strategia di positioning si sviluppa da un’attenta analisi di mercato in cui il posizionamento del brand non è che il punto di partenza: per capire in quale direzione procedere è necessario come prima cosa individuare i propri competitor, ovvero le aziende che propongono il vostro stesso prodotto/servizio.
Bisogna individuare da subito i punti di forza e le debolezze dei competitor, così da attuare una strategia di posizionamento del brand che punti a collocare il vostro prodotto in un segmento di mercato ben preciso e a valorizzarlo, descrivendo al target di riferimento qual è la caratteristica esclusiva “l’Unique Selling Proposition o USP” , detta anche la “Promessa” che vanta il vostro marchio.
Posizionare un brand vuol dire attribuire un grande valore al vostro business e distiguerlo dai competitor; non sottovalutate mai un brand dalla forte identità che è capace di restituire al pubblico un’immagine ben definita di sé, al punto da radicarsi nell’immaginario dei consumatori; questo tipo di marchi sono quelli che raggiungono maggiore successo e, di conseguenza, un ottimo posizionamento. 

Brand che riescono a imporsi nonostante le logiche sempre più agguerrite del mercato dimostrano di saper creare e rafforzare un legame emotivo con i propri clienti; si tratta di un plus non da poco, in grado di fare la differenza in termini di vendite. Posizionare un brand con intelligenza, tenendo conto delle esigenze specifiche del target e garantendo caratteristiche uniche e vantaggiose rispetto ai propri competitor, è un importante ingrediente che sta alla base della complessa ricetta del successo.

Share This